Colifagina S
Forum Infettivologico
Alliance Cicatrici
Farmaexplorer.it

Associazione tra terapia anti-fattore di necrosi tumorale e rischio di herpes zoster


La riattivazione della infezione da herpes zoster colpisce in modo elevato i pazienti con artrite reumatoide.
Non è chiaro se la terapia anti-fattore di necrosi tumorale ( anti-TNF ) aumenti il rischio di infezione da herpes zoster.

Uno studio ha verificato se la terapia anti-TNF, rispetto a comparatori non-biologici, sia associata a un aumentato rischio di herpes zoster.

Sono stati identificati i nuovi utilizzatori di terapia anti-TNF tra coorti di pazienti con artrite reumatoide, malattia infiammatoria intestinale, psoriasi, artrite psoriasica o spondilite anchilosante nel periodo 1998-2007, all'interno di una collaborazione che ha raccolto i dati del Kaiser Permanente Northern California, Pharmaceutical Assistance Contract for the Elderly, Tennessee Medicaid, e programmi nazionali Medicaid / Medicare.

È stata confrontata l’incidenza di infezione da herpes zoster tra i nuovi utilizzatori di farmaci anti-TNF ( n=33.324 ) e i pazienti che hanno iniziato ad assumere farmaci antireumatici modificanti la malattia ( DMARD ) non-biologici ( n=25.742 ) all'interno di ogni coorte di malattia infiammatoria ( ultimo follow-up 31 dicembre 2007 ).

All'interno di queste coorti, l’incidenza di herpes zoster tra i nuovi utilizzatori di DMARD non-biologici e anti-TNF è stata valutata controllando l'impiego di corticosteroidi al basale.

La principale misura di esito era l’incidenza di casi di herpes zoster verificatisi dopo l'inizio della somministrazione del nuovo farmaco anti-TNF o della terapia con DMARD non-biologici.

Tra i 33.324 nuovi utilizzatori di terapia anti-TNF, sono stati identificati 310 casi di herpes zoster.

I tassi grezzi di incidenza tra gli utilizzatori di anti-TNF sono stati 12.1 per 1000 anni-paziente per la artrite reumatoide, 11.3 per 1000 anni-paziente per la malattia infiammatoria intestinale e 4.4 per 1000 anni-paziente per la psoriasi, l’artrite psoriasica o la spondilite anchilosante.

L’uso di corticosteroidi al basale a 10 mg/die o più tra tutte le indicazioni di malattia è stato associato ad aumento del rischio ( hazard ratio aggiustato, aHR=2.13 ) rispetto a nessun uso al basale.

Per i pazienti con artrite reumatoide, i tassi di incidenza aggiustati sono risultati simili tra utilizzatori di anti-TNF e di DMARD non-biologici ( aHR=1.00 ) e sono stati comparabili tra tutti e tre le terapie anti-TNF studiate.
Attraverso tutte le indicazioni di malattia, l'HR aggiustato è stato pari a 1.09.

In conclusione, tra i pazienti con artrite reumatoide ed altre malattie infiammatorie, coloro che hanno avviato terapie anti-TNF non erano a più alto rischio di infezione da herpes zoster rispetto ai pazienti che hanno iniziato regimi di trattamento non-biologici. ( Xagena2013 )

Winthrop KL et al, JAMA 2013; 309: 9: 887-895

Inf2013 Reuma2013 Dermo2013 Farma2013


Indietro